In partenza per Lione

metro parigi cartina

Questo w-end siamo andati a Lione. In termini di distanza Lione sta a Parigi come Roma a Milano. Sono circa 450 km ma in treno con il TGV si impiegano solo 2 ore! Si’, solo 2, senza fermate intermedie. In Italia io faccio La Spezia-Genova(100 km) con l’Intercity in un’ora e mezzo, quando va bene.

La stazione di Parigi che collega le due città, è la Gare de Lyon (ma vah!), che poi è la stazione di arrivo della maggior parte dei treni italiani. Peccato che rispetto a casa mia, la Gare de Lyon stia esattamente all’opposto, il che mi obbliga a fare la “traversata di Parigi” da ovest ad est, utilizzando chiaramente i mezzi pubblici con passeggino, zaino e due mocciosi al seguito (il terzo quello di quarant’anni e un po’ mi aspettava già in stazione). Continua a leggere

Ben arrivata Sophie !

nascita parigiIeri sera mi ha chiamato Mariella che la  domenica di Pasqua ha partorito il suo secondo bambino. Questa volta ha deciso che sarebbe nato in Francia, anzi nata,  visto che è una piccola Sophie. Era ancora alla maternità, in camera singola , ed era troppo contenta; le sembrava di stare in hotel. Lo so, ci sono passata anch’io e per questo le ho detto di godersela finchè puo’ (tornata a casa saran dolori, in tutti i sensi !).

Mi ha detto che ora ha capito perchè le francesi hanno tanti figli. Ma è anche vero che Mariella, come me, si è iscritta alla maternità appena subito dopo aver saputo di essere incinta. Si’,  per noi italiani è una cosa incomprensibile: iscriversi per partorire. E se non trovo piu’ posto ? Io con quest’ansia ero all’ufficio iscrizioni alle 08.00 del giorno in cui il mio ginecologo mi ha dato l’ok. Continua a leggere

Cielo, i marziani ! di Gianni Rodari

teatro bambini parigi gianni rodariAlla ricerca di nuove attività per il mercoledi o per il w-end, sul sito del Centro Culturale Italiano trovo questo spettacolo:

CIELO, I MARZIANI ! Di Gianni Rodari – edizione Rue du Monde

Adattamento e messa in scena : GHISLAINE BEAUDOUT – 
Con : DÉSIRÉE OLMI
 Scénographie : CLAIRE FRANEK

Commedia leggera sugli alieni. Piccoli o grandi, sbarcano all’improvviso e sconvolgono la vita quotidiana dei tre personaggi.

Ciné 13 Théâtre, 1 avenue Junot 75018 Parigi,(M° Abesses ou Lamarck-Caulaincourt) PRENOTAZIONI:01 42 54 76 45


DATE: DAL 13 febbraio al 12 aprile : I mercoledi e sabato alle 16,00 

TARIFFE: Adulti: 10 € Bambini: 9 €

Di piu’ non so dirvi …. ma cliccando su quest’altro sito ho trovato un prezzo speciale per Italians !!

SOS maman

Quando si vive lontane senza parenti prossimi a meno di 450 km e con bambini a carico, ci si puo’ solo augurare di non sentirsi mai male, nemmeno per  un giorno. Non parlo di malattie gravi: un banale mal di denti che ti fa piangere, o una gastrointerite che ti inchioda.

Di solito noi expatried siamo ben organizzate con le nostre “catene della solidarietà”; amiche che vivono situazioni simili alle nostre,  portinaia disponibile, vicina di casa simpatica (chi la trova è fortunato) pronte a darci una mano per prendere il bambini a scuola o a passare in farmacia per noi. Continua a leggere

Parchi e giardini : Ile St Germain

ile st germain parco

A Parigi, parchi e giardini non mancano;  la ricchezza e la varietà degli spazi verdi mi hanno colpito dal primo giorno e continuano a stupirmi. Avendo dei bambini,  la presenza o meno di spazi verdi vicini a casa è una variabile che incide notevolmente nella scelta dell’appartamento in cui vivere.

Ci  sono angoli a Parigi che nemmeno i parigini conoscono. E non so nemmeno io se fare troppa pubblicità perché è il “mio”parco (ci sono venuta ad abitare di fronte !)  ed è vero che se tutti iniziano a conoscerlo, la domenica inizierà ad essere sempre piu’ gettonato.Ma secondo me merita una visita perchè ci si puo’ veramente sentire in un angolo di campagna restando a 5 minuti dalla Torre Eiffel. Continua a leggere

A caccia di uova di Pasqua

uova pasqua campagnaE neve fu. Ma anche acqua e vento. Pero’ per la caccia alle uova siamo stati graziati da una bella mezz’ora di sole. La caccia alle uova è un’usanza che ho scoperto qui in Francia; in Italia ci limitavamo a rompere  quelle giganti di cioccolato solo per il gusto di recuperare la sorpresa.

Domenica i bambini erano 7, dai 18 mesi ai 5 anni,  super eccitati all’idea di cercare nel giardino le uova ed i conigli di cioccolata. Dieci minuti dopo,  poche erano rimaste quelle intatte, mentre i baffi erano spuntati sulle facce di tutti. Continua a leggere

Week end di Pasqua. Dalla meteo direi piuttosto Natale

uova pasquaMeteo France dice che il w-end sarà piovoso, freddo e anche con neve. E Meteo France ci azzecca sempre.

Ma oggi non serve Meteo France per arrivare alla stessa conclusione. Da questa mattina  abbiamo alternato grandine a pioggia, raffiche di vento a schiarite che durano anche piu’ di 10 minuti. Ma la temperatura è  intorno agli 8 gradi (ma io direi anche meno) piu’ simile a quelle che puoi trovare a Natale che non in primavera. Continua a leggere

Il mio mercoledi “santo”. Biblioteche a Parigi

biblioteca bambini parigi estero expatried alessia“Santo” non perchè questa è  la settimana santa, ma perchè per me i mercoledi sono di “passione”. Ieri, come ogni mercoledi, Matteo era a casa (e con lui il fratello). Infatti il sistema scolastico francese il mercoledi prevede, per i bambini delle materne ed elementari,   riposo (si’ per i bambini, non per le madri).

Quindi la maggior parte delle mamme lavoratrici che possono permetterselo stanno a casa (una specie di part-time che si chiama  4/5, ovvero 4 giorni su 5), le altre assumono una nounou (arriverà materiale sull’argomento quanto prima), il resto li mandano al doposcuola (pochissime hanno i nonni disponibili, non siamo in Italia !). Continua a leggere

I mercati parigini

mercato frutta e verdura a parigi

Quando  si viene in vacanza a Parigi e si visitano i quartieri turistici di solito ci si chiede dove le famiglie vadano a fare la spesa. Normalmente in questi quartieri ci sono dei piccoli supermercati,  ma ben nascosti e soprattutto non eccessivamente a buon mercato.

In realtà la grande distribuzione ha tantissimi punti vendita a Parigi, magari non proprio sotto la torre Eiffel o les Invalides,  ma sono sicura che tutti gli Expatried hanno già trovato nel loro quartiere il loro Monoprix, Casino’ (no, non ci gioca dentro), Inno’, Carrefour ecc. Continua a leggere

Cacà boudin e Spidercochon

Se avete dei bambini che frequentano la scuola materna francese è molto probabile, anzi praticamente sicuro, che vi stordiscano a forza di cacà boudin.

Non credo ci sia bisogno di traduzione, il significato mi sembra abbastanza evidente.Non è una questione geografica; quartieri chic, prima periferia, provincia….. nessuno è risparmiato.

Continua a leggere

Bouchons d’amour

bouchons d’amourLa raccolta differenziata viene fatta anche qui in Francia forse in maniera un po’ piu’ semplificata rispetto all’Italia.

Un’iniziativa che è stata proposta nel nostro immobile, che credo si attui anche in Italia, è quella dei bouchons d’amour. In pratica si tratta di conservare e gettare in un contenitore a parte,  i tappi di plastica di succhi di frutta, acqua e  latte.

Sembra che si possano reciclare e con il ricavato l’associazione realizza l’acquisto di materiale per handicappati.

Per noi lo sforzo è minimo e il risultato ammirevole.

Su questo link trovate tutte le informazioni per promuovere questo sistema di raccolta nel vostro immobile, mensa, ristorante preferito ecc. ecc.

 

Pidf.com ovvero l’Ufficio del turismo di Parigi e dell’Ile de France

Un sito che trovo molto interessante per noi che viviamo a Parigi (ma anche per chi viene solo per un w-end) è quello dell’ufficio del turismo di Parigi e dell’Ile de France.

Si tratta di Pidf.com; si possono trovare tutte le manifestazioni in corso, consigli per uscite in famiglia e riduzioni per gli ingressi.

Trovo molto valida la loro newsletter settimanale e mensile che vi tiene informati sulle manifestazioni a venire. E vi assicuro che sono tantissime !

Buon divertimento !

La cucina non è il mio forte

 Per i francesi c’è un’associazione immediata tra l’essere italiana e la buona cucina; di conseguenza in quanto  italiana devi essere un’ottima cuoca.

La realtà purtroppo non è proprio questa; per me cucinare è soprattutto una necessità. Apprezzo molto quando sono gli altri a cucinare, ma il mio piatto forte restano le lasagne per cui al secondo invito a casa mia resto un po’ spiazzata e devo trovare dei diversivi. Continua a leggere

Teatro – le Theatre Athénée Louis-Jouvet

theatre-athenee.jpgPremesso che con due bambini piccoli la vita notturna è veramente ridotta al minimo, vorrei segnalare un piccolo teatro parigino che almeno una volta all’anno presenta una pièce di un autore italiano (sarà un caso ?). Negli ultimi due anni ne ho approfittato per vedere Pirandello, e la prima volta lo spettacolo era in italiano. Continua a leggere

Mamme a Parigi – Message

Il numero dei bambini pro-famiglia è una delle prime cose che mi ha  impressionato appena arrivata a Parigi. Sembra che tutti cerchino di arrivare al numero perfetto. Tre bambini almeno, ma tra i nostri amici e conoscenti c’è chi è arrivato anche a quota 5.

Tempo 3 mesi, anch’io ho dato una mano a far aumentare il tasso di natalità (ma il numero perfetto dubito proprio di raggiungerlo). La gravidanza, per quanto possa essere considerata una non-malattia e una fase piena di gioia nella vita di ogni donna, nella realtà di expatried puo’ rivelarsi uno chock . Continua a leggere

Elezioni Amministrative

Il 9 ed il 16 marzo in Francia si è votato per le elezioni amministrative. Quest’anno per la prima volta anch’io ho votato. I cittadini europei residenti in Francia infatti hanno diritto di voto per le elezioni Comunali (ma non per le “Cantonali” l’equivalente delle nostre Regionali) e per le Europee.  Ci si deve semplicemente iscrivere presso gli Uffici Elettorali dei vari comuni e la procedura è relativamente semplice – cliccare Continua a leggere

2 days in Paris

2 days in PARISLo scorso sabato sera, stanca dei soliti pesanti film francesi scelti da Alexandre, ho preso in mano la situazione e ho deciso di sfruttare a fondo i servizi del nostro fornitore di ADSL, telefono e tv, Free .

Cosi dopo abili manipolazioni sul telecomando, che ormai dopo serate di prova riesco a risolvere in una sola decina di minuti, per 3.99 euro , possiamo vedere un film a scelta per 24 ore senza avere la seccatura di riconsegnarlo al negozio. Continua a leggere

Bonjour tout le monde !

Visto il numero dei blog in rete, pensavo che scrivere un blog fosse una passeggiata. Mi devo ricredere ! Qui ci vuole una laurea in informatica ! Non so se arrivero’ mai a finalizzare il mio blog, ma almeno ci vorrei provare.  Quindi semmai qualcuno dovesse finire su queste pagine sappia che ….. mi sto impegnando