Parlare inglese a Parigi

Vi avevo già parlato in un vecchio post di Polyglot per imparare/insegnare una lingua straniera. Oggi vi voglio segnalare un altro sito per conversare in inglese con dei madrelingua al prezzo di una bibita ! Si avete capito bene, ci si incontra in un bar , per 7 minuti si parla in inglese, per 7  in francese e poi si cambia tavolo e ops si ricomincia con un’altra persona. Un’idea piuttosto simpatica per fare nuove conoscenze e soprattutto per  mantenere attiva la lingua inglese che, quando si vive all’estero e si parla in un’altra lingua, si ha tendenza a dimenticare. Per partecipare agli incontri bisogna iscriversi sul sito di Franglish.

21 febbraio, giornata della Lingua Madre

Il 21 febbraio l’UNESCO celebra la Giornata Internazionale della Lingua Madre, affinché ciascuno conosca la propria storia e le proprie radici nel rispetto dell’altro. 

Per me é una novità, non ne avevo mai sentito parlare e cercando un po’ su Internet ho trovato che questa Giornata é stata istituita su domanda del Bangladesh in ricordo della sollevazione del 1952 nell’allora Pakistan orientale, in difesa del bangla, madre lingua di quella parte del paese.   Continue reading

Journées du Patrimoine

Decisamente il mese di settembre non è fatto per stare a casa, nemmeno un w-end. E anche se il tempo sarà inclemente ci si potrà rifugiare in un museo.

Il 20 e il 21 settembre si festeggiano in tutta europa le Journées européennes du patrimoine. Evento culturale della rentrée, le giornate testimoniano l’interesse dei francesi per la storia e per l’arte. Il patrimonio proposto ai visitatori è diversificato; architettura civile o religiosa, attività industriali o agricole, parchi e giardini, siti archeologici, patrimonio letterario ….(buttate un po’ un occhio agli “eventi speciali“).

Allora pronti via, e soprattutto tanta pazienza per le code che vi troverete ad affrontare.

Polyglot

Avete voglia di imparare il francese ? Volete insegnare l’italiano ? Che siate a Parigi o in qualunque altra parte del mondo è possibile trovare degli amici “poliglotti” con cui scambiare reciproche conoscenze e conversazioni in lingua straniera.  L’associazione si chiama Polyglot e questo è il loro  sito .

La festa dell’ Europa

Il 9 e 10 maggio il comune di Parigi e la Maison de l’Europe  festeggiano la festa dell’Europa e per l’occasione organizzano un villaggio europeo con diverse manifestazioni.

Diversi temi in programma tra cui la solidarietà internazionale e progresso.

Qui potete trovare  il programma.

It Card

it card

Ieri sera cercavo delle informazioni sull’esito delle elezioni degli italiani all’estero e sono andata a vedere sul sito del Consolato a Parigi.

Delle elezioni non se ne parla assolutamente, sembra che degli italiani residenti all’estero non interessi  a nessuno. Pero’ guardando sul loro sito ho invece scoperto l’esistenza della IT Card, una carta che interessa tutti gli italiani residenti all’estero. Insomma un modo per incentivare il turismo di ritorno.

Premesso che dando un’occhiata al sito mi sembra che gli sconti siano piu’ per dire che per fare, io vi giro l’informazione. Visto che nessuno ci calcola per le elezioni almeno vediamo se riusciamo ad avere qualche altro vantaggio.

Report di domenica scorsa

Ho ritrovato sul sito della Rai il servizio di Report di domenica scorsa sulle politiche famigliari in Francia.

Se siete interessati e avete un po’ di tempo (dura una 15na di minuti) lo trovate cliccando qui

Parisolidaire: un’idea geniale

paris solidaire

Che il costo dell’immobiliare a Parigi sia alle stelle è risaputo. Gli affitti sono altissimi ma in senso relativo è meno caro affittare un 4-5 vani che un monolocale o una “chambre de bonne”.

Le chambres de bonne sono le camere che una volta ospitavano la servitu’, solitamente sotto i tetti; oggi vengono affittate appunto a studenti e persone sole, sono spesso caldissime d’estate e molto fredde d’inverno. Il bagno di solito è sul pianerottolo e viene diviso tra i vari inquilini. E se costasse poco si potrebbe anche vedere il lato folcloristico; il problema è che di norma sono anche care. Continue reading

In partenza per Lione

metro parigi cartina

Questo w-end siamo andati a Lione. In termini di distanza Lione sta a Parigi come Roma a Milano. Sono circa 450 km ma in treno con il TGV si impiegano solo 2 ore! Si’, solo 2, senza fermate intermedie. In Italia io faccio La Spezia-Genova(100 km) con l’Intercity in un’ora e mezzo, quando va bene.

La stazione di Parigi che collega le due città, è la Gare de Lyon (ma vah!), che poi è la stazione di arrivo della maggior parte dei treni italiani. Peccato che rispetto a casa mia, la Gare de Lyon stia esattamente all’opposto, il che mi obbliga a fare la “traversata di Parigi” da ovest ad est, utilizzando chiaramente i mezzi pubblici con passeggino, zaino e due mocciosi al seguito (il terzo quello di quarant’anni e un po’ mi aspettava già in stazione). Continue reading

Il mio mercoledi “santo”. Biblioteche a Parigi

biblioteca bambini parigi estero expatried alessia“Santo” non perchè questa è  la settimana santa, ma perchè per me i mercoledi sono di “passione”. Ieri, come ogni mercoledi, Matteo era a casa (e con lui il fratello). Infatti il sistema scolastico francese il mercoledi prevede, per i bambini delle materne ed elementari,   riposo (si’ per i bambini, non per le madri).

Quindi la maggior parte delle mamme lavoratrici che possono permetterselo stanno a casa (una specie di part-time che si chiama  4/5, ovvero 4 giorni su 5), le altre assumono una nounou (arriverà materiale sull’argomento quanto prima), il resto li mandano al doposcuola (pochissime hanno i nonni disponibili, non siamo in Italia !). Continue reading

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 156 follower